15 Gennaio 2021

16 dicembre - I giorno

Quel giorno a Nazaret
(primo mese)


1. L’Angelo neppure bussò alla casa di Nazaret - L'Angelo annunciante entrò nella piccola casa di Maria con passo di silenzio e non bussò perché l'anima azzima della Vergine, priva d'ogni fermento di male, era pronta a ricevere ogni annuncio del suo Signore e non aveva bisogno d'essere avvisata. La proposta fu grande: recava con sé il peso del mistero e la leggerezza lievissima dei semi di un 'tempo nuovo' e di una 'alleanza eterna' fra Cielo e terra. Vinta la titubanza della prudenza, disse il suo Sì all'Angelo, la paroletta appuntita con cui ferì il cuore di Dio, commuovendolo fino al pianto. Al «Sì» della Vergine di Nazaret fu creazione nuova: il cristianesimo nasce nella Vergine, quando lei resta incinta di Gesù. Allora diventa chiaro che «Dio non è legato alle pietre, ma si lega a delle persone viventi. Il di Maria gli apre lo spazio in cui può innalzare la propria tenda. Ella stessa diventa per lui la tenda ed è così che ella è l’inizio della santa Chiesa che, a sua volta, rinvia alla nuova Gerusalemme, in cui non c’è più alcun tempio, poiché Dio stesso abita in lei» (J. Ratzinger, Il Dio vicino. L’Eucaristia cuore della vita cristiana, San Paolo, Cinisello Balsamo [MI] 2003, p. 18).

2. Chiediamo a Maria di farci diventare la «gente del Sì». Maria, con il suo di Nazaret (uno solo), ha fasciato, come con un forte filo d'oro, tutti i giorni e le opere di Dio per salvare gli uomini e per sempre. Quel che contesta i nostri si di corta misura e il nostro oscillare fra il e il no.

Vergine di Nazaret, L’eco di quel Sì non fu breve
né lo disperse il primo soffio di vento nazaretano:
esso echeggerà nei futuri tempi
del Regno fino a sforare nei Cieli
col suo Sì all’annuncio dell’Angelo,
desti inizio alla concezione del Figlio
nel tuo seno verginale.
Siamo dinanzi all’evento-cerniera
della storia degli uomini,
perché in lei s’è compiuto l’anelito
alla salvezza dei popoli,
rappresentato dalla speranza d’Israele:
in Maria l’attesa universale del Messia
si è congiunta alla sua attesa personale.
La bellezza si fa legame, filo luminoso
che intreccia la storia d’Israele
e quella della Vergine di Nazaret.
È una bellezza a chiaro-scuro:
col Sì di Maria inizia a darsi
la condizione storica che fa dire:
prima e dopo, il mondo vecchio
e quello nuovo, la prima
e la seconda creazione.
Sì di Maria nell’Annunciazione
ha una bellezza irradiante:
si apre verso il Sì del Creatore
(«fiat lux...») indirizzato alla creazione
e verso il Sì di Cristo al Getsemani,
mirato alla creazione nuova.


Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account